Ragazza uccisa perchè incinta…iran? no, ITALIA!

Palermo, 14 mag. – (Adnkronos) – Lorena Cultraro, la quattordicenne di Niscemi (Caltanissetta) trovata uccisa ieri pomeriggio in un pozzo, sarebbe stata strangolata e poi data alle fiamme perche’ incinta. E il padre, come anticipa oggi ‘Il Corriere della Sera’, sarebbe uno dei tre minori arrestati nella notte. Secondo il loro racconto, lo scorso 30 aprile, la ragazza avrebbe chiamato i tre per fare sapere loro di aspettare un figlio ma di non sapere chi fosse il padre dei tre, un quindicenne, un sedicenne e un diciassettenne.

Ma i tre non ne avrebbero voluto sapere niente, cosi’ l’avrebbero accompagnata in un casolare e dopo averla fatta spogliare, l’avrebbero strangolata con una corda e poi tentato di darle fuoco. Il corpo e’ stato trascinato per una cinquantina di metri, fino al pozzo. Hanno legato un masso attorno al suo corpo e l’hanno buttata giu’, sperando che non venisse mai trovata. Ma ieri pomeriggio, un contadino, che era alla ricerca di acqua ha visto il corpo della giovane e ha chiamato i carabinieri.

Mi chiedo…quando andremo avanti? Quando si smetterà di essere così crudeli e soprattutto quando gli uomini impareranno ad essere veramente uomini?

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Nicolò
    Mag 15, 2008 @ 07:11:43

    Questo è un crimine orrendo, senza nessuna giustificazione ne scusa, ma mi dispiace Irina, devo obbiettare alla tua conclusione sugli uomini, non generalizzare, non è vero che tutti gli uomini non sanno prendersi le proprie responsabilità, cercando di prendere la strada che a prima vista sembra più semplice, in questo caso, purtroppo, quella di far sparire la povera ragazza. Molti uomini sanno scegliere cosè meglio, qui si parla purtroppo di dei ragazzini, persone non ancora mature da poter essere chiamati uomini. Io direi che è ora che le donne imparino a far differenza tra uomo e uomo, molti rimangono ragazzini, ma non vuol dire che sia cosi per tutti.Tu dici, quando si smetterà di essere così crudeli? Forse mai, sono pessimista sull\’argomento.

    Rispondi

  2. ...
    Mag 18, 2008 @ 22:12:23

    Mi permetto di intervenire sull\’argomento, anche perchè questa vicenda ha impressionato anche me e mi ha ricondotto a conclusioni simili alle tue. Dico "simili", non uguali. Infatti riterrei opportuno domandarmi: "quando i ragazzi impareranno ad essere veramente ragazzi?"
    Premetto che non voglio essere frainteso, e soprattutto non voglio giudicare (la mia impostazione cattolica me lo vieta!)… ma mi domando: perchè oggi i ragazzini vivono situazioni tanto ambigue? Purtroppo, a volte violenze e crimini orrendi nei confronti di minorenni avvengono in contesti oscuri, strani… ribadisco che questo succede "a volte" (perchè x la maggior parte dei casi, purtroppo, la vicenda nasce e si esaurisce con violenza), però "a volte" ragazzi vengono violentati -talvolta uccisi- dopo che hanno acconsentito a prendere parte a giochi, situazioni, ambiti che x natura non gli appartengono.
    Ripeto che non voglio essere franteso, e non voglio assolutamente sminuire la drammaticità della notizia che hai commentato… però i ragazzi dovrebbero imparare a fare i ragazzi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: