Innsbruk

Capitale della regione storica del Tirolo è la 4° città più grande dell’Austria, anche se usare la parola grande in Austria per le città è un po’ eufemistico. Il suo nome deriva da Inn (il fiumeche la attraversa) e bruck ( da brücke:ponte).

La temperatura media è di 8.6 °C e i mesi più caldi sono luglio ed agosto, con una temperatura media rispettivamente di 18.1 e 17.4 °C. Dicembre e gennaio sono i mesi più freddi con una media di -1.1 e -2.8 °C. Il mese più piovoso è sempre luglio e quello con il minore numero di precipitazioni è febbraio.

Il föhn è un vento fenomeno molto noto in città e spira dai quadranti meridionali o orientali. Questo vento di caduta, caldo e secco, può manifestarsi in qualsiasi stagione, ma con maggiore frequenza in autunno. La velocità del vento può toccare nell’area urbana i 120 km/h (200 km/h sul Patscherkofel). In inverno il föhn arriva ad innalzare la temperatura fino a farle raggiungere punte sui +18 °C. Sempre in inverno sono frequenti le nevicate, anche abbondanti per via dello stau, ed a volte il termometro scende fin sotto i -15 °C. D’estate il caldo è raramente eccessivo.

La città di Innsbruck si è originata sul luogo di quello che fu l’antico castrum romano di Veldidena. Rimase una località di confine per tutta l’epoca dell’Impero Romano. Nel 1232 fu elevata al rango di città e nel 1248 passò tra i domini dei conti del Tirolo, per poi essere ceduta assieme al territorio tirolese cis- e transalpino a Rodolfo IV d’Asburgo nel 1363. Fu capitale del Tirolo nel 1420. Divenuta residenza ufficiale dell’Imperatore Massimiliano I, la città conobbe un periodo di grande splendore e di incremento economico tra il XVI ed il XVII secolo. Nel 1669 fu aperta l’università di Innsbruck. Con la Pace di Presburgo (1805) passò alla Baviera per poi tornare legittimamente all’Austria con il Congresso di Vienna nel 1815. Nella storia contemporanea venne occupata temporaneamente dalle truppe italiane nel 1918 per poi essere gravemente bombardata durante la seconda guerra mondiale.

Di grande pregio artistico è sicuramente il Goldenes Dachl (il Tettuccio d’Oro), il balcone del palazzo residenziale di Massimiliano I contraddistinto da un tetto realizzato con tegole a scaglie di rame dorato e parapetti riccamente affrescati da Kolderer e N. Turing il Vecchio.

Edifici in stile tardo medioevale sono limitati al centro storico, mentre lo stile neogotico si ripropone in alcuni edifici come la Hofkirche (1533-1563), una chiesa a tre navate progettata da Andrea Crivelli. La tomba di Massimiliano I, grandiosa nelle sue forme e contraddistinta da 28 statue bronzee, che si trova al suo interno, è in stile rinascimentale.

Di una certa importanza è anche la torre del municipio, complesso risalente al 1358. Al periodo barocco appartengono invece alcuni edifici sacri come la chiesa dei Gesuiti, la Mariahilfkirche, la chiesa e il convento di Wilten, ma anche edifici privati come il Palazzo Fugger e il Palazzo della Dieta Provinciale. Di rilevanza è anche il castello della città, il Castello di Ambras. In totale Innsbruck ha 20 musei ma niente di particolarmente eccitante nel visitarli.

Innsbruck è collegata tramite autostrada, strada e ferrovia attraverso il Passo del Brennero all’Italia, e verso valle al resto dell’Austria e della Germania.

A ovest della città si trova anche un aeroporto internazionale mediamente trafficato, e di modeste dimensioni, l’aeroporto di Innsbruck-Kranebitten. L’aeroporto dispone di un solo terminale con servizi aeroportuali (ufficio di cambio, autonoleggio, taxi), e presso l’aeroporto si trovano diversi autonoleggi. Il collegamento da e per l’aeroporto è previsto con autobus (Linea F: Aeroporto-Hauptbahnhof (stazione ferroviaria) di Innsbruck).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: